Domenica 1 Agosto una colletta straordinaria per le comunità colpite dagli incendi

La proposta arriva dalle nostre diocesi di Oristano e Ales Terralba

Carissimi Parroci, Sacerdoti collaboratori e carissime Comunità cristiane della Diocesi.

Abbiamo tutti sotto gli occhi le immagini della tragedia degli incendi che hanno devastato il territorio del Montiferru, nella Chiesa sorella di Alghero-Bosa, come pure nell’Alta Marmilla, nelle Diocesi di Oristano e Ales-Terralba.

Come sempre davanti a fatti così gravi restiamo attoniti e ci chiediamo di chi sia la responsabilità: confidiamo che sia fatta luce sulle cause, che lo Stato, la Regione e gli enti preposti siano attivi fin da subito nel sostenere le popolazioni coinvolte perché possano al più presto rialzarsi.

Come Chiesa non possiamo restare indifferenti e crediamo che sia opportuno fare la nostra parte. Pertanto, dispongo che domenica 1° agosto in tutte le parrocchie e cappellanie della Diocesi sia fatta una colletta straordinaria da devolvere interamente al sostegno di chi è stato colpito da tale tragedia.

Confido che, come sempre in queste occasioni, la generosità di ciascuno di voi sarà autentica e pronta.

Come ci ha ricordato Papa Francesco: “Nelle nostre comunità occorre fare attenzione alle piccole e grandi occasioni di bene che il Signore ci offre, lasciandoci coinvolgere nelle sue dinamiche di amore, di accoglienza e di misericordia verso tutti”. (Angelus 17.06.18). Ciascuno di noi, dunque, è chiamato a fare la propria parte.


Le collette saranno versate quanto prima sul CCB della Diocesi di Oristano al seguente IBAN: IT85D0101517400000070379820 (Conto Carità del vescovo) con la causale “Emergenza incendi”, e successivamente il Vescovo inoltrerà gli aiuti alla diocesi di Alghero-Bosa e ad alcune comunità particolarmente colpite in Diocesi di Oristano e Ales-Terralba.

Allo stesso IBAN possono essere inviate anche offerte personali con la causale “Emergenza incendi”.

Di cuore vi benedico

+ Roberto, arcivescovo

Fonte: Arcidiocesi di Oristano