Parrocchie Marrubiu

Vergine di Montserrat e Sant'Anna

Categoria: Approfondimenti

lunedì 14 gennaio 2019
Lavori di restauro della chiesa parrocchiale
themes/parrocchiemarrubiu.it/uploads/mkNews/attachments/645_chiesa_.jpg

1. Iniziati lavori di restauro

Sono iniziati, da qualche giorno, i lavori di risanamento e restauro della chiesa parrocchiale Vergine di Montserrat.

Questi lavori sono stati resi possibili a seguito della stipulazione di un protocollo d’intesa di 220.000,00 ripartiti fra la diocesi per un importo di centoventimila e il Comune di Marrubiuche finanzierà la restante parte di 120.000,00 euro, prevedendo nel proprio bilancio la somma di 40.000,00 per tre anni, con inizio nel 2018, grazie all’interessamento del nostro Sindaco Dott. Andrea Santucciu.

I lavori saranno divisi in tre fasi e riguarderanno:

1.      La parte interna;sarà necessario rivedere intonaci e la pulizia e pittura di tutta la chiesa parrocchiale;

2.      la parte esterna della chiesa con il rifacimento degli intonaci e il risanamento dell’umidità;

3.      il sagrato,che sarà realizzato in pietra santafiora.

Al fine di favorire in tempi rapidi i lavori all’interno della chiesa, sarà necessario la chiusura della stessa per il periodo da lunedì 12 novembre fino a sabato 15 dicembre, giorno in cui inizierà la novena di Natale.

Queste operazioni di restauro avvengono in un momento in cui la Comunità, all’inizio di un nuovo Anno Pastorale, è chiamata a prendere consapevolezza della necessità di un profondo rinnovamento interiore che trovi nella Parola di Dio il punto di partenza e la bussola di orientamento e discernimento.

Lampada per i miei passi è la tua Parola, con questo versetto del salmo 118, ci prepariamo ad iniziare un nuovo anno e chiedere al Signore il dono della riscoperta della sua Parola nella nostra vita.

Marrubiu, 05 ottobre 2018

don Alessandro

2. sospensione lavori di restauro

I lavori di restauro della chiesa parrocchiale della Vergine di Montserrat, su richiesta del sottoscritto, Committente  e Responsabile degli stessi, saranno sospesi da lunedì 28 ottobre, per questioni di natura burocratica.

Marrubiu, 26 ottobre 2018

don Alessando

 

3. Ripresa lavori di restauro  

A seguito degli accordi intercorsi tra il sottoscritto Committente e Responsabile don Alessandro Enna e la Direzione dei lavori nella persona dell'arch. Claudio Zedda, verificate tutte le condizioni di regolarità nelle polizze fideiussorie e la cessazione del contratto di subappalto non autorizzato, sono ripresi oggi i lavori di restauro della chiesa parrocchiale.

Nei prossimi giorni dovrà essere riaggiornato il cronoprogramma definito e valutare le priorità d'intervento.
 

Marrubiu, 07 gennaio 2019

 don Alessandro
 
 

4. Aggiornamento sullo stato dei lavori

Le lavorazioni esterne della chiesa sono pressoché concluse, mancano solamente le due facciate più piccole del campanile, per le quali si rende necessario operare con una autogru con cestello, e il riposizionamento nelle reti anti-volatile nelle quattro finestre campanarie.

I lavori ora riguarderanno la manutenzione dei prospetti interni attraverso il ripristino della fascia basale con l’utilizzo di un intonaco deumidificante e la tinteggiatura completa di tutti i prospetti ad eccezione naturalmente delle superfici lapidee e delle decorazioni del presbiterio.

Per i lavori interni si rende necessaria la chiusura della chiesa, da concordare con il parroco in base alle programmazioni parrocchiali. Si procederà anche al restauro del portone ligneo che dovrà presumibilmente essere smontato per cui la chiesa verrà chiusa con un’opportuna pannellatura.

Riguardo alla proposta del parroco di modificare la pavimentazione del presbiterio per renderla più dignitosa, e già discussa con la funzionaria della Soprintendenza nell’ultimo sopralluogo, si dovrà procedere con una proposta progettuale ed ottenere il relativo nullaosta. Si precisa in ogni caso che ad oggi non ci sono le somme disponibili per questo intervento ma che l’eventuale nullaosta della Soprintendenza resta valido 5 anni.

Attualmente è in fase di redazione il progetto per il rifacimento della pavimentazione del sagrato, come era stato definito nella convenzione tra Comune di Marrubiu e la Curia Arcivescovile.

L’attuale pavimentazione in lastre di Santafiora, a circa 15 anni dal suo rifacimento, si trova già in un avanzato stato di degrado e risulta anche pericoloso per l’incolumità delle persone che vi transitano, così come lo è anche il cornicione della casa parrocchiale che qualche mese fa è stato messo in sicurezza. La nuova pavimentazione verrà realizzata in lastre di basalto policrome grigi e rossi, così da non creare una discontinuità cromatica troppo netta con le gradinate in santafiora rossa che verranno solamente manutenute. All’ingresso laterale della piazza verrà installato un dissuasore automatico per regolare l’accesso carrabile alla piazza.

Il co-finanziamento iniziale di 100 mila euro del Comune di Marrubiu destinati a chiesa e sagrato, oltre ai 20 mila successivi messi ad hoc per il sagrato, insieme alle economie derivanti dal ribasso d’asta offerto dall’impresa Cherchi e, grazie all’accordo con la stessa impresa, i risparmi derivanti dalle minori lavorazioni non resesi necessarie in copertura e in altri interventi serviranno proprio per il rifacimento del sagrato e per la riqualificazione e messa in sicurezza del prospetto della casa parrocchiale e del prospetto dell’oratorio.

Inoltre l’Arch. Claudio Zedda, ricevuto un pre-incarico dal parroco Don Alessandro Enna per uno studio preliminare agli interventi di completamento dell’Oratorio sospesi nel 2012 in seguito alle dimissioni dell’allora Direttore dei Lavori Ing. Tuveri, relaziona sull’argomento:

“Nella lettera di dimissioni dell’Ing. Tuveri del 12/11/2012 risultano una serie di lavorazioni necessarie al completamento dei lavori, oltre alla necessità di nominare un nuovo Direttore dei Lavori. Ma essendo trascorsi ben 10 anni dall’ottenimento della Concessione Edilizia e dal relativo avvio dei lavori oggi la concessione è scaduta e si rende necessario presentare un nuovo progetto.

Il nuovo progetto conterrà, come richiesto dal Parroco, le lavorazioni strettamente necessarie all’ottenimento della agibilità dei Locali, vero obiettivo dell’intervento. Visto e considerato che i locali ad oggi si trovano in un buono stato di conservazione architettonica gli interventi necessari saranno quindi principalmente i seguenti:

a) accessibilità dei disabili ad almeno un servizio igienico;

b) adeguamento degli impianti elettrico ed idrico-sanitario;

c) realizzazione dell’impianto di climatizzazione;

d) rispondenza dei prospetti esterni e dei relativi infissi all’attuale piano particolareggiato del centro storico. Il tutto andrà preliminarmente discusso e concordato con l’Ufficio Tecnico comunale.

Da un primo calcolo sommario di spesa si stima un importo lavori di € 36.000,00, inclusa IVA e circa € 9.000,00, inclusa Iva e cassa previdenziale, per spese tecniche relative a progettazione, direzione lavori e coordinamento della sicurezza, pratiche amministrative, variazione catastale e pratiche di agibilità.

 Marrubiu, 29 marzo 2019

Arch. Claudio Zedda

 

5. Divieto assoluto di accesso alle aree di cantiere del sagrato parrocchiale

Avvio dei lavori di rifacimento del Sagrato parrocchiale della parrocchiale della Vergine di Montserrat. Per i provvedimenti di competenza, si comunica, in allegato, la nota del Responsabile della sicurezza, relativa al divieto assoluto di accesso al cantiere ai non addetti

Avviso - divieto di ingresso in cantiere ai non autorizzati 

don Alessandro
 
 

6. Comunicazioni e aggiornamenti sui lavori di restauro della chiesa parrocchiale. Prossimi interventi.

 

In data 11 luglio alle ore 19.30presso i locali dell’oratorio parrocchiale, si è riunito il Consiglio per gli Affari Economici della Parrocchia di Marrubiu e Sant’Anna unitamente alla Commissione del CPP, costituita di recente e incaricata per la gestione dei lavori della parrocchiale e per analizzare una proposta di interventi finalizzati alla riqualificazione dei locali dell’oratorio.

La Comunità presto entrerà in una fase di importanti cambiamenti a motivo dei significativi lavori già in corsoi nella chiesa parrocchiale, mediante il completamento dei restauri con il ripristino degli intonaci ammalorati e il rifacimento del pavimento del presbiterio, con la conseguenza che l’edificio dovrà restare chiuso per qualche mese. 

I lavori del sagrato proseguono alacremente in modo che da lunedì 29 luglio possano iniziare gli interventi interni.

La Parrocchia, in accordo con l’architetto e Direttore dei Lavori Dott. Claudio Zedda, ha pertanto aggiornato il cronoprogramma che prevede il seguente calendario con i relativi interventi.

Sabato 27 luglio la chiesa parrocchiale sarà chiusa

Tutte le celebrazioni si svolgeranno nella chiesa di San Giuseppe, di proprietà del Comune. A tal riguardo è doveroso un ringraziamento al Sindaco Dott. Andrea Santucciu per aver risposto prontamente a mettere in sicurezza la chiesa mediante il totale rifacimento dell’impianto elettrico, la sostituzione e apertura di alcuni infissi, la sistemazione dello spazio antistante l’ingresso. Ma poiché la chiesa è molto piccola e non vi sono altre possibilità di utilizzo, il sabato sera e nei giorni feriali, quando si prevede un significativo afflusso di fedeli, le celebrazioni di svolgeranno all’aperto.

Trasloco arredi

Al fine di favorire i lavori interni nella chiesa parrocchiale, sarà necessario il trasloco degli arredi in un luogo sicuro e confortevole. Si chiede pertanto la collaborazione di tutti per sabato 27 luglio dalle ore 09.00 per tutta la mattinata per effettuare il trasloco di banchi, sedie e liberare il più possibile la chiesa da ogni arredo. I lavori saranno coordinati dal Parroco insieme alla Commissione del CPP. Per queste operazioni sarà impegnato anche il gruppo dei ragazzi. Da sabato sera pertanto, con la celebrazione delle ore 19.00, le celebrazioni si terranno nella chiesa di San Giuseppe, valorizzando lo spazio esterno. La chiesa sarà dotata di un sistema di amplificazione per i richiami delle diverse celebrazioni liturgiche.

Lavori interni non previsti in progetto

E’ doverosa una chiarificazione per quanto riguarda i lavori non previsti in progetto e relativi al pavimento del presbiterio che, allo stato attuale, presenta vistose spaccature e delle difformità che col passare del tempo andrebbero a peggiorare. Con il parere favorevole della Soprintendenza ai Beni Culturali, si è decisa la sua sostituzione in marmo bianco di Carrara, materiale pregiato e conosciuto proprio per la sua attitudine agli interni delle chiese, usato sin dall’antichità.

Il Caep, pur essendo favorevole a quest’intervento, ritiene non possa essere affrontato con le entrate ordinarie della Parrocchia, costituite per lo più da questue domenicali, per cui ha proposto delle attività di autofinanziamento che potrebbero raggiungere un ampio numero di persone, con un importo minimo di partecipazione che possa favorire l’adesione di tanti e arrivare a coprirne interamente il costo nell’arco di un anno. Questa proposta, illustrata nell’assemblea parrocchiale dello scorso 7 luglio e condivisa all’unanimità nell’incontro con la Commissione e il Caep , sarà chiamata: nel segno di pochi pani e pochi pesci!

Situazione generali dei locali parrocchiali

La nostra Comunità, purtroppo, allo stato attuale è fortemente condizionata dalla precarietà dei pochi locali che possiede. Attualmente, gli ambienti dell’oratorio parrocchiale non presentano i requisiti necessari per ottenere l’agibilità per le diverse attività di catechesi. Il Caep, già da diverso tempo, ha preso in considerazione la possibilità di alcuni interventi risolutivi. La Commissione del CPP sta analizzando alcune proposte, in dialogo con l’architetto incaricato, al fine di poter usufruire dei locali entro il mese di ottobre, all’inizio del nuovo anno pastorale.

Locali della Caritas parrocchiale

I locali della Caritas presentano dei pericolosi cedimenti interni del tetto. Il Caep e lo stesso Cpp ritengono opportuno intervenire al fine di metterli in sicurezza e favorire le importanti attività di aiuto alle famiglie bisognose della Comunità.

Per quanto riguarda la conclusione interna dei diversi interventi della Parrocchiale, l’impresa incaricata consegnerà la chiesa entro il 20 settembre 2019.

Riapertura e benedizione della chiesa parrocchiale

In occasione della visita del nuovo arcivescovo P. Roberto Carboni, conclusi tutti gli interventi di restauro, sabato 28 settembrealle ore 17.30 ci sarà la riapertura e la benedizione della chiesa parrocchiale. Sarà un importante momento al quale ci prepareremo non solo sotto l'aspetto pratico ma anche spirituale. Tutta la Comunità sarà coinvolta perchè la riapertura della chiesa parrocchiale, segni una nuova partenza nel paziente e faticoso cammino di edificazione della Comunità.

Coltiviamo la certezza che  questo tempo sostenuto dalla pazienza pazienza e dalla fiducia a motivo degli inevitabili disagi dovuti alla mancanza di un ambiente ampio e adeguato per le celebrazioni. Sarà altresì richiesta la collaborazione a quelle forme di autofinanziamento al fine di poter onorare, nello spirito dei cinque pani e due pesci, gli impegni finanziari assunti. In un tempo di crisi e di restrizioni economiche, ciò che saremo chiamati a condividere sarà la nostra povertà non il sovrappiù. In questo modo, la nostra Comunità sarà stimolata ad un sinergico impegno e guardare simbolicamente, nella nostra chiesa restaurata e ripulita, il simbolo più bello che nutre la speranza per il nostro futuro.

Il Presidente CPP don Alessandro Enna e la Segretaria Maria Giovanna Melis 

 

7.  Chiusura della chiesa parrocchiale e trasloco degli arredi interni

In previsione degli interventi di restauro interni nella chiesa parrocchiale della Vergine di Montserrat, si rende necessario il trasloco dei dversi arredi.

Si chiede pertanto la disponibilità a tutti coloro che possono offire qualche ora di lavoro per sabato 27 luglio dalle ore 09.00 alle ore 12.00 per il trasporto dei banchi e delle sedie in un locale gentilmente e gratuitamente offerto da un privato.

Sono particolarmente invitati i dversi gruppi parrocchiali. I lavori saranno coordinati dalla Commissione del CPP insieme al Parroco.

Le celebrazioni, già da sabato 27 luglio,  come già comunicato, si terranno nella chiesa di San Giuseppe in Via Napoli.

Si ringraziano tutti coloro che vorranno offire la loro collaborazione anche solo per qualche servizio di trasloco, riordino interno e custodia delle diverse suppellettili.

don Alessandro

 

Approfondimenti

 
 

Link utili